Salice

salice bianco presso una fonte foglie di salice bianco essiccate

Il salice bianco Ŕ un bell'albero argentato che ama molto l'umiditÓ. Cresce nelle forre e fiancheggia i corsi d'acqua, verso i quali le sue lunghe foglie si protendono. Il salice Ŕ un albero molto importante dal punto di vista farmacologico perchŔ le sue parti aeree, soprattutto la corteccia, contengono una sostanza, appunto chiamata salicilato, che ha eccezionali proprietÓ analgesiche e antinfiammatorie. Da ormai un secolo questa sostanza viene sintetizzata chimicamente sotto il nome di aspirina, ma Ŕ divertente pensare che i nostri antenati succhiassero la corteccia del salice per combattere il mal di testa. Oltre al salice bianco, sono molto comuni il salice piangente, anch'esso amante dell'acqua e molto ornamentale, e il salice delle capre o salicone che cresce in collina, anche sulle brughiere, e ha curiose infiorescenze pelose, gialle le 'femmine' e grigi i 'maschi'.

Robinia Home Sorbo